Pakistan: Slaves of Warlords, Slaves of Landords

[:en]In Pakistan the yoke of war and land intersect at every level. On the one hand, an aristocracy of landowners controls the majority of lands by slaughtering millions of small peasants. On the other hand the high spheres of the political-military establishment plunge the country into the status quo, overthrowing both the reform of land ownership and the pursuit of a definitive solution to terrorism. In all of this, the USA plays their part[:it]In Pakistan il giogo della guerra e della terra s’intrecciano a ogni livello. Da un lato un’aristocrazia di latifondisti controlla la maggioranza dei terreni tenendo in schiavitu’ milioni di piccoli contadini.Dall’altro le alte sfere dell’establishment politico-militare ingessano il paese nello status quo, insabbiando sia la riforma della proprietà terriera che la ricerca di una soluzione definitiva al terrorismo. In tutto ciò gli Stati Uniti giocano la loro parte[:]

Congo: Raped Girls As Trophy of War

[:en]In Congo, rape is not just a sneaking war weapon in the ethnic clash between Tutsi, Hutu and Congolese. It is a real social plague: every month tens of girls militated by militiamen are banned from the community, the dishonored families dispel, the women who do not report violence not to end up on a road are destroyed by venereal diseases. The reeds are reduced to prostituting themselves to survive[:it]In Congo lo stupro non è solo una subdola arma da guerra nello scontro etnico tra tutsi, hutu e congolesi. E’ una vera e propria piaga sociale: ogni mese decine di ragazze ingravidate dai miliziani sono messe al bando dalla comunità, le famiglie disonorate si sfasciano, le donne che non denunciano la violenza per non finire su una strada vengono distrutte dalle malattie veneree. Le reiette si riducono a prostituirsi per sopravvivere[:]

Congo: Schoolchildren Turned into War Machines

[:en]It is in the schools that Congo boys and girls learn to hunt a Kalashnikov. According to Amnesty International’s latest report, released in October, 11,000 small soldiers are fighting in Congo. Before the summer, they were only 3,000. War is often a choice: orphans or poor children decide to arm arms spontaneously, for them it is the only way to survive[:it]È nelle scuole che i bambini e le bambine del Congo imparano a imbracciare un kalashnikov.Secondo l’ultimo rapporto di Amnesty International, pubblicato a ottobre, in Congo combattono 11.000 piccoli soldati. Prima delle estate ne erano solo 3.000. Spesso poi la guerra è una scelta: gli orfani o i bambini poveri decidono di imbracciare spontaneamente le armi, per loro è l’unico modo di sopravvivere[:]

Congo, Nkunda hurts innocents. Mistery on MONUC’s no action

[:en]Massacre in Kiwanja, many children among over 50 victims. The executioner Nkunda seems to have responded to the government’s offensive in recent days, which had provisionally dropped him from some villages in the Rutshuru area. Shadows at the Nairobi Summit that yesterday brought together Ban Ki-moon, Congolese President and Rwanda President. The summit had ended with the new request for ceasing the fire[:it]Massacro a Kiwanja, molti bambini tra le oltre 50 vittime. Il carnefice Nkunda pare abbia risposto all’ offensiva governativa degli scorsi giorni. Ombre sul vertice di Nairobi che ha riunito ieri Ban Ki-moon, il Presidente congolese e del Rwanda per cercare una soluzione politica al conflitto che insanguina le contese aree minerarie a ridosso del confine. Il summit si era concluso con l’ennesima richiesta di cessate il fuoco[:]

Dong-Hyeok Shin, il “figlio” del Gulag

[:it]Dong-Hyeok ne e’ fuggito tre anni fa’, scoprendo la realta’ esterna per la prima volta come un neonato che emerge dalle tenebre alla luce. x La sua sconvolgente avventura e’ divenuta un libro. Pubblicato lo scorso ottobre in Corea del Sud, ma non ancora all’estero (e’ in preparazione la traduzione inglese), e’ illustrato con disegni […]

Korea: The Dram of Split Families

[:en]The often fruitless waiting of their turn, the excitement of meeting up again, the illusion of a life still together, the desperation of a last and definitive farewell. It looks like the plot of a movie, but instead it is the real drama of 8 million families divided by the war that split Korea into two parties. Only 100 families picked up by chance are able to meet up for a few days. Those excluded must make do with some video conferencing. Meanwhile, 35,000 applicants have already died[:it]L’attesa spesso vana del proprio turno, l’emozione del ritrovarsi, l’illusione di una vita ancora insieme, la disperazione di un ultimo e definitivo addio. Sembra la trama di un film, ma invece è il dramma reale di 8 milioni di famiglie divise dalla guerra che ha spaccato in due la Corea. Si ritrovano per qualche giorno solo 100 famiglie estratte a sorte. Gli esclusi si accontentano di qualche video-conferenza. Intanto 35 mila richiedenti sono già deceduti[:]

India: the Submerged People

[:en]Sardar Sarovar Dam: is the name of the largest in the thirty dams built in India as a reservoir for rainwater. The government should have ensured that all those living at the dam were provided with safe house and land to cultivate. The truth is that many villages have been flooded with water and many suspect that the real beneficiaries will be the large industrial complexes and elite tourist structures[:it]Se ne va così uno dei più antichi insediamenti rurali dell’Asia. Un’oasi incontaminata al centro dell’India, racchiusa tra i monti Vindhya e Satpura, dove per millenni le tribù indigene hanno vissuto in simbiosi con la foresta. Scacciati per irrigare le grandi piantagioni che sfamano le megalopoli, per rifornire di elettricità le prodigiose acciaierie e imprese hi-tech che da Bombay conquistano il mondo[:]